Decidere il giusto top per la nostra cucina moderna o classica è una scelta che va valutata con cura e attenzione poiché per decidere il piano cucina più adatto alle nostre esigenze entrano in gioco diversi aspetti determinanti.

Scegliere il top cucina non è solo un fattore estetico e di design atto a soddisfare lo stile di cucine moderne, cucine contemporanee e cucine classiche, ma bensì anche funzionale, poiché un buon piano lavoro deve essere pratico, resistente e capace di inserirsi in modo armonico con gli altri mobili della cucina.

Esistono oggi in commercio diversi materiali in grado di rispondere adeguatamente a queste esigenze.

Negli ultimi anni il mercato del settore arredamenti cucine è stato rivoluzionato dall’introduzione di nuovi materiali molto elaborati e tecnologicamente potenziati, ma una proposta così ampia e variegata ha reso difficile la scelta del piano cucina ideale.
Mentre infatti qualche anno fa la scelta si limitava all’individuazione del giusto colore del laminato, oggi assistiamo invece ad un ampia gamma di proposte, tra pietre naturali, superfici solide, laminati plastici, piastrelle di ceramica, legno e cemento.
Per effettuare la scelta giusta considerate innanzitutto il budget a vostra disposizione, poi fatte un attenta valutazione al tipo di design della vostra cucina, quindi se design moderno, industrial, classico, rustico. Esistono top per cucine che stonerebbero in particolari ambienti, quindi prestate attenzione a quale materiale sarebbe più indicato a una cucina moderna, una cucina classica, una cucina contemporanea. Ultimo quesito è chiedersi quale grado di cura tempo manutenzione saremo in grado di prestare ai nostri mobili cucina. Piani in Laminato, Acciaio Inox, o Quarzo sono sono sicuramente meno impegnativi, ma top cucina ricavati con materiali naturali come Marmo e Granito sono gli unici in grado di conferire un tocco di prestigio autentico nel caso di cucine classiche, contemporanee, country o in legno.

Vediamo quindi ora nel dettaglio caratteristiche e pregi dei vari top cucina per orientarci al meglio nella giusta scelta che più si adatta alle nostre esigenze.

Top cucina in laminato

top-laminato

Un top per cucine in laminato offre un’ampia gamma di colori e finiture, il laminato è un materiale estremamente versatile con una grande capacità di non assorbire i liquidi è idrorepellente, resistente agli urti, i graffi, le abrasioni. Un altro vantaggio a favore dei top cucina laminato è il rapporto qualità prezzo. Analizzando i difetti invece, sicuramente uno svantaggio del piano cucina in laminato è la sua scarsa resistenza al calore, è quindi fondamentale l’utilizzo di un sottopentola nei casi in cui si debba appoggiarvi dei contenitori a una temperatura molto elevata o recipienti di acqua bollente. I top cucina in laminato non hanno la consistenza dei piani cucina in granito, ma offrono indubbiamente la possibilità di sbizzarrirsi con il look colori e finiture.

Top cucina in acciaio inox

top-acciaio-inox

I top cucina in acciaio inox sono molto forti e resistenti agli urti, sono igienici e facilitano molto l’utilizzo del piano lavoro grazie alla semplicità di pulizia delle macchie. Una delle caratteristiche principali di questi top risiede nella facilità con cui è possibile integrare piani cottura e lavelli che vengono agevolmente saldati senza punti di giunzione visibili. Per queste caratteristiche intrinseche i top cucina in acciaio inox si prestano molto per chi vuole arredare una cucina dal look minimal o ancora in stile industrial. Analizzando i difetti invece, questi piani cucina sono poco resistenti ai graffi, quindi richiedono maggiore attenzione nella manutenzione, vanno puliti inoltre con appositi prodotti per la pulizia dei piani in acciaio in grado di evitare impronte e strisce. Il prezzo di un piano cucina in acciaio inox non è ovviamente economico ma un piano cottura in acciaio inox è veramente indistruttibile.

Top cucina in marmo o granito

top-marmo-granito

I top cucina in marmo o granito sono la scelta perfetta per chi vuole arredare la propria cucina con un look classico e di pregio, nessun altro materiale è in grado di sostituirlo in modo adeguato in una proposta d’arredo classica. Materiale solido, igienico, esteticamente appagante, un piano di lavoro in marmo o granito è una scelta impegnativa ma capace di valorizzare in modo unico la tua cucina. Analizzando le differenze tra i due materiali marmo e granito, possiamo dire che il granito è un materiale più resistente e longevo, mentre il marmo è più pregiato ma più delicato, in quanto meno resistente all’umidità. I top cucina in marmo o granito necessitano comunque di periodica manutenzione e cura con prodotti specifici in grado di mantenerli sempre belli luminosi e integri.

Top cucina in quarzo

top-quarzo

I top cucina in quarzo sono perfetti per chi vuole una cucina dal design classico, ideali per chi ama l’estetica dei piani di lavoro in marmo, ma non ha troppo tempo da dedicare alla sua manutenzione. Materiale innovativo, estremamente durevole, costituito da un insieme di polveri formate da sabbie silicee, resine e quarzo naturale per il 95%. I vantaggi di un piano cucina in quarzo sono numerosi, alta resistenza a graffi e macchie, bassa impermeabilità ai liquidi, resistenza alle abrasioni e agli impatti e ai comuni acidi domestici, materiale altamente igienico in quanto privo di pori, molto compatto e quindi poco impermeabile. Ultimo aspetto positivo è una ampia varietà di modelli e colori che rende questi piani cucina pari per popolarità con il loro concorrente principali il marmo o granito. Pur essendo un materiale resistente il calore può comunque rovinare il piano cucina in quarzo, è quindi opportuno utilizzare sempre sottopentole per evitare il contatto con le superfici bollenti.

Top cucina in vetro

top-vetro

​L’utilizzo del vetro per i top da cucina permette di creare un ambiente molto luminoso, meno pesante e con maggior senso dello spazio. È particolarmente adatto per arredare ambienti di piccole dimensioni e può essere facilmente abbinato al legno e al metallo. La combinazione vetro-legno è adatta per ambienti sia classici che moderni, mentre l’accostamento vetro-metallo è ideale per il design di una cucina moderna ed elegante.
La caratteristica principale dei piani in vetro, tuttavia, è quella di abbinare ad un forte impatto estetico, garanzie igieniche e di pulizia. Per quanto riguarda il graffio, il vetro risulta molto duro, ma materiali più duri del vetro possono graffiarlo, va quindi apportata la giusta cautela.

Top cucina in Fenix

top-fenix

Il Fenix è uno dei materiali più innovativi e sorprendentemente efficienti per più di un motivo. Il suo nome rimanda evidentemente a quello della Fenice (dal greco Phòinix). La parte esterna del top cucina in FENIX, ottenuta con l’ausilio di nanotecnologie, è una superficie lavorata con resine di nuova generazione che lo rende particolarmente adatto all’uso in cucina. Perché i micro-graffi si riparano col calore. È una delle caratteristiche più innovative, se la struttura non è danneggiata irreparabilmente, la termo-riparazione di piccoli graffi presenti sul piano in fenix può essere effettuata infinite volte. Poiché si tratta di un materiale che, se esposto ad una fonte di calore, si rigenera! Nessun procedimento troppo complicato o lungo, poiché basta inumidirne la superficie del piano con un panno assorbente e passarci sopra per qualche secondo un ferro da stiro caldo per “cancellare” tutti i piccoli graffi e abrasioni. Insomma, la sua termo-riparabilità è efficientissima sui piccoli graffi. Il top cucina in fenix, inoltre, è tra i più igienici e semplici da pulire: idrorepellente e antimuffa, il piano in fenix non attira la polvere (per le sue proprietà antistatiche) e possiede un’elevata attività di abbattimento della carica batterica, anti impronta e molto resistente ai graffi.

Top cucina in ceramica

top-ceramica

La ceramica è il risultato dell’unione di diversi componenti tra cui argilla, ossidi di ferro, sabbia e quarzo. In commercio si possono trovare varie tipologie di ceramiche, ma quelle per il piano di lavoro della cucina sono principalmente  il cotto e il grès, una ceramica robusta e  impermeabile.
È un materiale che si può trovare in differenti colori, asseconda dei gusti, ed è anche  molto versatile in quanto può andar bene per ogni tipo di arredo: per le cucine moderne, rustiche, country o classiche. È resistente al caldo e al freddo, agli urti, all’impatto e ai graffi, agli agenti chimici dei prodotti detergenti domestici. La ceramica inoltre è insapore e inodore, quindi si possono appoggiare senza problemi tutti i generi alimentari, è un materiale ecologico, perché realizzato con materie prime naturali ed in ultimo è facile da pulire.

Top cucina in Laminam

top-laminam

Una variante dei top cucina in ceramica è il top cucina in laminam. Questi piani sono un’alternativa a materiali come marmo e i lapidei dal costo e dall’impatto ecologico superiori. Ecco tutte le proprietà che contraddistinguono un top cucina in lamina: superficie igienica e idonea al contatto con alimenti, facilità di pulizia e manutenzione, infatti non necessita di particolari interventi di manutenzione nel tempo e per pulire la superficie è possibile utilizzare acqua calda e detergenti neutri, superficie compatta, porosità superficiale assente (assorbimento d’acqua 0.1% valore medio). Il laminam inoltre è idoneo sia in ambiente interno che esterno, è resistente al calore e alle alte temperature, resiste infatti al contatto diretto con oggetti molto caldi, quali pentole e utensili, e alle alte temperature senza riportare alterazioni superficiali è resistente, alle macchie, anche al contatto prolungato con vino, caffè, olio d’oliva, limone, senza alterazioni permanenti di colore o brillantezza, resistente a prodotti di pulizia e detergenti inclusi sgrassatori e anticalcare, resistente all’umidità al gelo e ai graffi e abrasioni, il laminam rappresenta quindi un materiale davvero innovativo resistente e versatile.

Top cucina in corian

top-corian

Il corian è un materiale composto da due terzi di idrossido di alluminio e da un terzo di resina acrilica, per cui presenta una composizione plastica e minerale.
Alla composizione vengono aggiunti i pigmenti colorati, che ne determinano sia l’aspetto che la cromia. Il corian viene lavorato al tornio come il legno, quindi può essere realizzato in infinite varianti di forme e di misure.
È un materiale che sa resistere bene alle temperature, ma che chiede di essere trattato come qualsiasi altro materiale, ovvero di non tagliarci sopra gli alimenti ma di impiegare gli appositi taglieri e anche di non appoggiarci pentole bollenti, altrimenti il materiale si rovina.
Per quanto riguarda la manutenzione, essa si rivela molto semplice, in quanto per la pulizia quotidiana è bastevole impiegare una normale spugna con detergente. Se si formano delle macchie tenaci, i produttori consigliano di impiegare un composto di acqua e candeggina, da lasciare agire per qualche ora e quindi sciacquare con abbondante acqua fresca e asciugare con un panno pulito. Questo materiale non si propone così diverso dai piani plastici, ma è più resistente e più malleabile, più ecologico e anche più duttile da lavorare.